Migliorare la collaborazione nella progettazione elettromeccanica

Whitepaper

Migliorare la collaborazione nella progettazione elettromeccanica

Come si può accorciare il time-to-market dei prodotti con un nuovo approccio collaborativo alla progettazione elettromeccanica e migliorare il risultato economico? Con prodotti sempre più complessi nei quali l’elettronica e il software guidano la progettazione meccanica, i progettisti elettrici e meccanici devono essere sincronizzati per rispettare le tempistiche di progetto. Purtroppo le soluzioni di progettazione ECAD-MCAD connesse e integrate vengono spesso liquidate come un inutile lusso. Ma quanto costa mancare la finestra di mercato per il lancio di un prodotto?

Il nuovo white paper “Improving Electromechanical Design Collaboration” spiega come una collaborazione efficace sia fondamentale per aumentare la produttività e realizzare progetti robusti e suggerisce alle aziende manifatturiere come intervenire per collegare i team di progettisti elettrici e meccanici.

Electromechanical Design Collaboration

Ecco come evitare i tre rischi principali della progettazione elettromeccanica sconnessa:

  • modifiche allo schema elettrico che non vengono riportate automaticamente nel disegno CAD e nella distinta base (BOM)
  • problemi di funzionalità scoperti solo nella fase di prototipazione fisica e collaudo
  • tempo sprecato dagli ingegneri meccanici per la revisione manuale dei progetti elettrici quando devono stabilire il percorso dei cablaggi

Sono finiti i giorni in cui si mandavano i disegni nell’ufficio accanto e si aspettava la realizzazione dei prototipi fisici per vedere se il prodotto funzionava come previsto. Gli ingegneri sono chiamati a operare al di fuori del loro ambito tradizionale: i progettisti meccanici si trovano sempre più spesso a gestire requisiti elettrici e viceversa. Senza un processo aggiornato di collaborazione elettromeccanica, eventuali errori possono passare inosservati fino alla fase di prototipazione e collaudo fisico, dove la loro correzione richiede più tempo e soldi.

La collaborazione è ormai da tempo riconosciuta come fattore abilitante per aumentare la produttività e l’affidabilità dei progetti. Grazie a strumenti CAD moderni e software intelligenti, i progettisti possono sincronizzare i dati in modo più efficiente e collaborare fra diversi ambiti su aspetti critici della progettazione, garantendo il rispetto dell’intento progettuale e il successo del progetto al primo tentativo.

Scarica il white paper oggi stesso!

Scarica il white paper